Redazione Eurointasca | Mail: info@eurointasca.it




Come risparmiare sul riscaldamento.

Tutti gli accorgimenti per ridurre la bolletta del gas.

Casa riscaldata

Nella stagione fredda, con l'accensione dei riscaldamenti, la bolletta del gas fa sentire il suo peso sul portafoglio. Il riscaldamento è una delle principali spese di gestione di una casa e si stima che su ogni famiglia pesi annualmente per circa 1.300-1.800 euro. Se è vero che il prezzo dell'energia è in continuo aumento, trainato dal caro-greggio, è però possibile ridurre il consumo (e quindi il costo della bolletta) adottando qualche piccolo accorgimento. La miglior tattica è quella più semplice: ridurre gli sprechi a parità di benessere percepito.

1) Utilizzare il Termostato. L'uso del termostato è fondamentale per l'ottimizzazione dell'impianto di riscaldamento: ci consente di programmare le ore di accensione e la temperatura d'uso, evitando inutile sprechi . Impostando così la temperatura di accensione a 19-20 gradi si ottiene la giusta gradazione ambientale senza eccedere nel calore prodotto: ricordatevi che ogni grado in più si traduce in un maggiore consumo pari al 6-10 %.

2) Eliminare gli spifferi. i punti deboli di una casa sono le porte d'ingresso e gli infissi ma non solo. Per individuarli si può ricorrere ad una candela posta nei punti sospetti: lì dove la fiammella si muove c'è uno spiffero. L'uso dei paraspifferi e delle guarnizioni adesive su porte e finestre consentirà la risoluzione del problema.

3)  Non coprire i termosifoni con tende, mobili, rivestimenti o porte. Il calore, in questo modo, non riesce a propagarsi nell' ambiente lasciandolo freddo.

4)  Togliere l'aria dei termosifoni all'inizio della stagione fredda.  L'aria depositata all'interno dei radiatori impedisce la circolazione dell'acqua calda, mantenendo parzialmente freddi i caloriferi anche con la caldaia accesa. Farlo è abbastanza semplice: basta far sfiatare l'aria dal radiatore fin quando non fuoriesce acqua. Ripetere su tutti i termosifoni per due-tre volte durante la prima settimana di accensione del riscaldamento.

5)  Abbassare le tapparelle delle finestre e/o chiudere le persiane appena fa buio per impedire la dispersione del calore interno attraverso i vetri delle finestre.

6)  Sfruttare le fonti di calore che si creano in casa. Lasciare lo sportello del forno aperto dopo il suo uso, idem per la lavastoviglie oppure rovesciare l'acqua calda della cottura nel lavandino lasciandola freddare lì permette di non sprecare delle piccole fonti di energia che altrimenti andrebbero disperse. Termostato

7)  Verificare l'isolamento dei tubi e degli attacchi della caldaia. Un tubo nudo senza isolante ha una notevole dispersione di calore. Questo avviene spesso nelle vecchie caldaie ma anche nelle nuove soprattutto nel punto degli attacchi. Con pochi euro possiamo isolare tali punti con della gomma isolante.

8)  Bilanciare l'impianto. Non tutti gli ambiente necessitano della stessa temperatura (perché meglio esposti o meno frequentati). Anche senza valvole termostatiche (che però hanno un discreto costo e presentano una difficoltà di montaggio che spesso richiede l'intervento di un professionista) possiamo comunque agire sulla manopola del calorifero per diminuire l afflusso di acqua calda quindi di temperatura e di conseguenza di consumo.

9)  Arieggiare la casa ad impianto spento. Farlo possibilmente nelle ore più calde. Se si preferisce fare il cambio d'aria la mattina eseguirlo prima dell'accensione dei riscaldamenti e nel minor tempo possibile: aprendo più finestre in diversi ambiente in modo che la corrente d'aria circoli più velocemente.

10) Sfruttare il calore del sole. Quando possibile e se gli infissi son ben isolati, aprire le tende per far entrare in casa più luce e quindi più calore solare.

11)   Nelle ore notturne spegnere la caldaia. Regolate il timer per farla riaccendere 1-2 ore prima di quando ci si dovrà alzare. Fate altrettanto la sera prima di andare a dormire sfruttando la forza dì inerzia dell' impianto che consente ai termosifoni di rilasciare calore ancora per 30/45 minuti.

12)  Inserire pannelli isolanti e termoriflettenti dietro ai termosifoni  riducono la dispersione di calore con il muro e dirigono il calore prodotto dal radiatore verso la parte centrale della stanza. Questo intervento è particolarmente utile se i radiatori sono installati su una parete che dà all'esterno. Tali pannelli possono anche essere costruiti facilmente in casa utilizzando materiali di riciclo eliminando così anche il costo d' acquisto.

Site Sponsors




  • NewsLetter Sign Up !

    Please enter your Email and Name to join.

    Digital Newsletter

    To unsubsribe please click here ».