Redazione Eurointasca | Mail: info@eurointasca.it




Site Sponsors

  • Risparmiare lavandosi i denti.

    Il risparmio nei piccoli gesti quotidiani: l' igiene orale

    Spazzolino con dentifricio

    Il risparmio passa per i piccoli gesti quotidiani a cui, spesso, non diamo molta importanza e li consideriamo delle piccole spese ma già il fatto che siano gesti quotidiani, ripetuti tutti i giorni magari anche più volte, ci dovrebbe far riflettere: saranno dei piccoli costi che però sommati per tutti i giorni dell' anno diventano una spesa consistente. Il lavarsi i denti rientra in questa categoria. Pensiamo bene, questa azione igienica dovrebbe essere eseguita almeno 3 volte al giorno quindi più di mille volte in un anno. Inoltre sono coinvolti 3 prodotti che hanno dei costi economici ed ambientali che andrebbero entrambi ridotti: parliamo dell' acqua, del dentifricio e dello spazzolino. Possiamo così risparmiare:

    1)  Sull' acqua (con un forte impatto ecologico). Semplicemente chiudendo il rubinetto mentre stiamo spazzolando, riaprendolo solo per il risciacquo. Basti pensare che in un minuto scendono in media da un rubinetto 10/12 litri d'acqua.  

    2)  Sul dentifricio. Inutile spalmarlo per l'intera lunghezza dello spazzolino ne basta appena un quarto. Usiamolo tutto fino in fondo premendo bene l'intero tubetto, assottigliandolo il più possibile, aiutandoci magari con un piccolo oggetto. Anche così però una piccola quantità rimane intrappolata nella confezione. Per utilizzarla possiamo tagliare a metà il tubo con una forbice ed introdurre lo spazzolino all' interno.

    Per difenderci da una pubblicità non sempre trasparente, ricordiamo che la pulizia dentale viene svolta essenzialmente dall'azione meccanica dello spazzolino mentre il dentifricio svolge un'azione coadiuvante. Un buon dentifricio dovrebbe avere una composizione semplice, contenere non più di 10 ingredienti, limitare la quantità di conservanti, coloranti e allergeni. Dei tanti componenti pubblicizzati l'unico realmente valido è il fluoro. Altri ingredienti, molto reclamizzati, spesso solo inutili se non addirittura potenzialmente pericolosi come, ad esempio, il Triclosan un antibatterico su cui si concentrano vari dubbi: è stata certificata la sua persistenza ad accumularsi negli organismi e ne sono state ritrovate tracce perfino nel latte materno. Tutto questo non paghiamolo.

    3)  Sullo spazzolino acquistandolo tenendo presente le caratteristiche fondamentali: deve essere maneggevole, con testina piccola e setole arrotondate.




    NewsLetter Sign Up !

    Please enter your Email and Name to join.

    Digital Newsletter

    To unsubsribe please click here ».